Home
Videos uploaded by user “mova77”
Buon natale Gesù Cristo! Il gran varietà religioso abbia inizio! (HD)
 
02:00
Full Metal Jacke, film culto di Stanley Kubrick, Guerra, 116' min. - USA 1987. - VM 18 Con Matthew Modine, Adam Baldwin, Vincent D'Onofrio, Kevyn Howard, John Terry. Tratto dal romanzo The Short Timers di Gustav Hasford: in un campo di addestramento dei Marines nel South Carolina diciassette giovani civili vengono trasformati in combattenti (macchine da guerra e di morte); partito per il Vietnam, Joker, uno dei diciassette, lavora per un giornale militare e si trova coinvolto nell'offensiva del Tet (1968). Per la prima volta in venticinque anni Kubrick fa i conti con la realtà di oggi, nuda e cruda, andando al di là del Vietnam per prendere a bersaglio l'atrocità del secolo, il tempo sporco della Storia. Iperrealistico, è un film in prosa asciutta, quasi sciatta, di una secchezza fertile, attraversato da una gelida brezza di humor nero sulla violenza dell'istituzione militare. Diffama la guerra e l'esercito. Girato interamente in Inghilterra. La voce italiana del sergente Hartman (Ermey) è di Eros Pagni. TRANSCRIPT Sergente Hartman: Sveglia! Sveglia! Sveglia! Mollate l'uccello e agguantate le calze, oggi è domenica varietà religioso alle ore 8 in punto, brande in ordine ed uniforme festiva, le pulizie cominceranno fra 2 minuti, Soldato Cowboy, Soldato Joker! Soldato Cowboy: Signorsì signore! Soldato Joker: Signorsì signore! Sergente Hartman: Voi due stronzi appena avete finto di fare le brande andate a pulire i cessi! Soldato Cowboy: Signorsì signore! Soldato Joker: Signorsì signore! Sergente Hartman: Quei cessi li voglio così lustrati e sfavillanti che di venirci a fare i suoi bisogni ne dovrebbe essere orgogliosa anche la Vergine Maria! Soldato Joker: Signorsì signore! Sergente Hartman: Soldato semplice Joker, tu credi alla vergine Maria? Soldato Joker: Signorno, signore. Sergente Hartman: Soldato Joker, io credo di non aver sentito quello che hai detto! Soldato Joker: Signore, il soldato ha risposto no, no signore. Sergente Hartman: Brutto verme, mi fai venir voglia di vomitare! [Colpisce Joker con uno schiaffo] Brutto ateo comunista adesso mi dici immediatamente che tu vuoi bene alla vergine Maria altrimenti io ti strappo le budella! Allora vuoi bene alla vergine Maria, vero o no?! Soldato Joker: Signorno, negativo, signore. Sergente Hartman: Soldato Joker, allora tu hai deciso di offendermi? Soldato Joker: Signore, negativo signore. Il soldato pensa che qualunque cosa dica non vada bene e pensa che l'istruttore intenda punirlo ancora di più se si rimangia quello cha ha detto signore! Sergente Hartman: Chi è il tuo caposquadra, sacco di merda? Soldato Joker: Signore, il caposquadra di questo soldato è il soldato Biancaneve, signore. Sergente Hartman: Soldato Biancaneve! Soldato Biancaneve: Signorsì, soldato Biancaneve è presente, signore! Sergente Hartman: Soldato Biancaneve sei degradato, il soldato Joker è promosso caposquadra. Soldato Biancaneve: Signorsì, signore! Sergente Hartman: Scompari sacco di merda! Soldato Biancaneve: Signorsì, signore! Sergente Hartman: Palla di Lardo! Soldato Palla di Lardo: Signore, soldato Palla di Lardo a rapporto, signore! Sergente Hartman: Palla di Lardo, da adesso in poi il soldato Joker è il tuo nuovo caposquadra. Tu ti trasferisci sul suo castello. Ti insegnerà un sacco di cose. Ti insegna perfino a pisciare! Soldato Palla di Lardo: Signorsì, signore. Sergente Hartman: Il soldato Joker è ignorante senza Dio, ma ha fegato, e il fegato è tutto! Ora signorine potete procedere! Reclute: Signorsì, signore! Released only by FAIR USE Copyright Act (Titolo 17, § 107), la legge sul copyright statunitense. La clausola stabilisce la lecita citazione non autorizzata o l'incorporazione di materiale protetto da copyright nell'opera di un altro autore, sotto le seguenti condizioni: - L'oggetto e la natura dell'uso, in particolare se ha natura commerciale oppure didattico e senza scopo lucrativo. - La natura dell'opera protetta. - La quantità e l'importanza della parte utilizzata in rapporto all'insieme dell'opera protetta. - Le conseguenze di questo uso sul mercato potenziale o sul valore dell'opera protetta. All copyright owned by Warner Bros. (ITA, 1987)
Views: 472704 mova77
No Country for Old men - Javier Bardem self surgery
 
03:57
No Country for Old Men is a 2007 American thriller written and directed by Joel and Ethan Coen, based on the Cormac McCarthy novel of the same name. The film stars Tommy Lee Jones, Javier Bardem and Josh Brolin, and tells the story of an ordinary man to whom chance delivers a fortune that is not his, and the ensuing cat-and-mouse drama, as three men crisscross each other's paths in the desert landscape of 1980 West Texas. Themes of fate, conscience and circumstance re-emerge that the Coen brothers have previously explored in Blood Simple and Fargo. In the 2007 film No Country for Old Men, Anton Chigurh, played by Javier Bardem, cleans and stitches his own wounds with stolen supplies, after his leg is badly injured by a shotgun blast. He first disinfects the site of the injury with a solution of iodine, then injects an anesthetic (lidocaine) before suturing the wound. FAIR USE Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use Non è un paese per vecchi è un 2007 thriller americano scritto e diretto da Joel e Ethan Coen, tratto dall'omonimo romanzo di Cormac McCarthy. Il film è interpretato da Tommy Lee Jones, Javier Bardem e Josh Brolin, e racconta la storia di un uomo comune a cui il caso offre una fortuna, e il dramma conseguente gatto e al topo, come tre uomini si incrociano a vicenda percorsi nel paesaggio del deserto del 1980 West Texas. Temi il destino , la coscienza e il riemergere di circostanze che i fratelli Coen hanno già esplorato in Blood Simple e Fargo. Nel film del 2007 Non è un paese per vecchi, Anton Chigurh (interpretato da Javier Bardem), pulisce e cuce le sue ferite con i rifornimenti rubati, dopo la sua gamba è gravemente ferito da un colpo di fucile. Si disinfetta primo sito della lesione con una soluzione di iodio, quindi inietta un anestetico (lidocaina) prima sutura la ferita.
Views: 261348 mova77
Giordano Bruno - La filosofia non è mai comoda
 
03:02
Magistrale interpretazione di Gian Maria Volonté nel film Giordano Bruno di Giuliano Montaldo del 1973. http://it.wikipedia.org/wiki/Giordano_Bruno_(film) TRANSCRIPT: Giovanni Mocenigo: Per essere un filosofo mi sembra che non disprezzi per niente i piaceri. Giordano Bruno (ridendo): E chi ha detto che il filosofo deve disdegnare i piaceri? Mocenigo chiava, chiava! E stai in buona salute e ama chi ti ama! Giovanni Mocenigo: Comoda! Comoda la tua filosofia! Giordano Bruno: LA FILOSOFIA NON E' MAI COMODA! ... Il filosofo anche se non possiede niente è padrone del proprio destino! E' PADRONE DEL PROPRIO DESTINO. Giovanni Mocenigo: A me hanno insegnato che la virtù di cui parli nasce dalla fede e non dalla filosofia. Giordano Bruno: Lo so lo so conosco a memoria i discorsi che ci hanno martellato il cranio dalla culla alla scuola e poi dal pulpito: SIATE POVERI DI SPIRITO SIATE UMILI DI MENTE RINUNCIA ALLA RAGIONE! SPEGNI QUELLA LUCE ABBAGLIANTE DELL'INTELLIGENZA CHE TI INFIAMMA E TI CONSUMA PERCHE' PIU' SAPRAI E PIU' SARAI DESTINATO A SOFFRIRE RINUNCIA AI TUOI SENSI! SII PRIGIONIERO DELLA SANTA FEDE! VIVI NEL TUO STATO ASININO!! VIVERE A QUESTO MODO E' VIVERE DA MORTI!!! Giovanni Mocenigo: Ci sono dei momenti in cui tu e le tue teorie mi fate paura. Io penso che disordine può nascere nel mondo se tutti, anche i servi, i barcaioli, i poveri si abituano a pensare come vuoi tu. Giordano Bruno: Ci sono degli uomini che vivono nell'agiatezza come te e altri uomini costretti a tirare la cinghia ma TUTTI QUANTI GLI UOMINI SONO UGUALI E TUTTI QUANTI HANNO IL DIRITTO DI ALZARE LA TESTA verso il cielo laddove nel punto più alto splende il sole della verità, anche i barcaioli e i servi.
Views: 33639 mova77
Il dottor stranamore - comunisti
 
01:42
Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba (Dr. Strangelove), film del 1964 diretto da Stanley Kubrick. Jack D. Ripper, comandante della base aerea americana trasmette al suo stormo di 34 bombardieri strategici B-52 in volo l'esecutivo del piano "R", ossia il piano di reazione nucleare, previsto come deterrente contro attacchi a sorpresa nel caso in cui il Presidente degli Stati Uniti fosse ucciso o nell'impossibilità di diramare l'ordine, allo scopo di iniziare una guerra nucleare contro l'Unione Sovietica. Il colonnello Mandrake, un ufficiale inglese della Royal Air Force, coadiutore del generale Ripper, chiede ragione al generale ma egli, rifiutandosi di richiamare gli aerei, spiega al colonnello che l'ordine di attacco è stato impartito di sua iniziativa, al fine di scongiurare la minaccia di "contaminazione dei fluidi vitali".
Views: 43397 mova77
Blade Runner - Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste immaginarvi
 
04:56
Blade Runner, film del 1982, diretto da Ridley Scott. È uno dei più celebri film di fantascienza ed è liberamente ispirato al romanzo "Ma gli androidi sognano pecore elettriche?" (anche "Il cacciatore di androidi") di Philip K. Dick, oggi considerato uno dei maggiori scrittori statunitensi (non solo nell'ambito fantascientifico) della seconda metà del Novecento, nonché precursore del filone cyberpunk. Il titolo del film è stato tratto dal romanzo The Bladerunner (1974) di Alan E. Nourse. TRANSCRIPT "Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi b balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti, andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire". Ritengo che il mio uso non violi il copyright, come ricordo di una scena entrata nell'immaginario collettivo come emblema del manifesto Cyberpunk, mi appello al "fair use" ai sensi della legge USA.
Views: 239555 mova77
Roma città aperta - Anna Magnani
 
01:13
Roma città aperta è un film del 1945 diretto da Roberto Rossellini. È considerato il manifesto del neorealismo e uno dei capolavori assoluti del cinema mondiale. Inoltre è il primo della trilogia della guerra diretti da Rossellini, seguiranno Paisà e Germania anno zero. Indimenticabile è l'interpretazione di Anna Magnani che diventerà celebre come attrice di una forte intensità drammatica in tutto il mondo. Nel cast figura anche lo straordinario Aldo Fabrizi.
Views: 27899 mova77
Easy Rider - Born to be wild - 1969 (HQ)
 
02:36
Easy Rider è un film drammatico del 1969, diretto e interpretato da Dennis Hopper. È considerato da molti critici il film simbolo della New Hollywood. Ha vinto il premio per la miglior opera prima al 22º Festival di Cannes e ha guadagnato due nomination all'Oscar come Miglior Sceneggiatura e Miglior Attore non Protagonista. Film importante perché si inserisce nel contesto culturale di quegli anni, cultura di controtendenza e voglia di evasione - libertà da una società medio borghese. Il tema del viaggio percorre e traccia le linee generali del film. Celebre la colonna sonora, composta da canzoni rock del periodo fine anni sessanta, e diventata un disco di grande successo che si tramanda tra le generazioni. Molti dei brani della colonna sonora sono stati raccolti nell'album dei Byrds Ballad of Easy Rider. 'Born to Be Wild' soundtrack d'apertura è stata scritta da Mars Bonfire e resa famosa dal gruppo americano Steppenwolf.
Views: 156687 mova77
I cento passi - Radio AUT
 
02:53
Radio Aut è stata una radio libera fondata a Terrasini nel 1976 da Peppino Impastato a Terrasini, in provincia di Palermo. Scena tratta da I cento passi, film del 2000 diretto da Marco Tullio Giordana dedicato alla vita e all'omicidio di Peppino Impastato. http://it.wikipedia.org/wiki/Radio_Aut http://it.wikipedia.org/wiki/I_cento_passi
Views: 74165 mova77
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto 1/4 (1974)
 
06:06
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, film del 1974 scritto e diretto da Lina Wertmüller. Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, si ritrova su un'isola deserta assieme alla "padrona" (Mariangela Melato), che ha dovuto servire fino a poco prima su uno yacht di lusso. Dopo il naufragio, i ruoli si invertono, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.
Views: 137958 mova77
Nanni Moretti - Palombella rossa - le parole sono importanti!
 
02:36
Palombella rossa è un film del 1989 diretto e interpretato da Nanni Moretti, girato in prevalenza nella piscina delle Terme di Acireale. Tema del film è la crisi ideologica della sinistra italiana durante la fine dei due blocchi, giocata sulla perdita di memoria del protagonista, metafora sull'identità perduta da parte del vecchio Partito Comunista Italiano, costretto a ricostruire o a ritrovare i suoi ideali in una realtà ideologica che appare ai suoi occhi frammentaria. http://it.wikipedia.org/wiki/Palombella_rossa
Views: 87850 mova77
Band of Brothers - Cap. 6 - Bastogne -  Uomo a terra
 
04:32
Band of Brothers è una miniserie tv prodotta da Steven Spielberg e Tom Hanks nel 2001. Ambientata durante la seconda guerra mondiale (precisamente dal 1942 al 1945), la miniserie parla della Compagnia Easy del Secondo Battaglione, 506º Reggimento di fanteria paracadutista, 101ª Divisione Aviotrasportata dell'esercito degli Stati Uniti, dal loro addestramento a Camp Toccoa, la loro assegnazione al fronte europeo, fino alla fine della guerra. La Compagnia Easy è in prima linea contro i tedeschi, presso la città belga di Bastogne ed affronta il nemico nella famosa offensiva delle Ardenne. L'equipaggiamento è scarso: niente vestiario invernale, pochissime munizioni e medicine oltre ad un organico ridotto (a detta di Winters il 65% del previsto). Nonostante questo la resistenza è costante da parte degli uomini della compagnia, che non riescono neppure ad essere riforniti con lanci aerei perché la nebbia impedisce la localizzazione corretta ed i tedeschi hanno sequestrato un battaglione medico. Così i mille problemi che i medici della compagnia devono quotidianamente affrontare sono notevolmente peggiorati. La vicenda è narrata seguendo principalmente il personaggio del Caporale medico Eugene Roe, che pur non essendo chirurgo riesce ad occuparsi di tutti gli uomini, feriti od uccisi soprattutto dai bombardamenti nemici, facendo spola con l'ospedale di Bastogne dove conosce René, un'infermiera disillusa. http://it.wikipedia.org/wiki/Band_of_Brothers_-_Fratelli_al_fronte http://it.wikipedia.org/wiki/Puntate_di_Band_of_Brothers_-_Fratelli_al_fronte#Bastogne
Views: 856803 mova77
Arancia Meccanica - Beethoven
 
01:14
Arancia meccanica (A Clockwork Orange), film del 1971 diretto da Stanley Kubrick. Tratto dall'omonimo romanzo distopico scritto da Anthony Burgess nel 1962, è considerato un film di culto, prefigurando - appoggiandosi ad uno stile fantascientifico sociologico politico - una società votata ad una esasperata violenza (giovanile, ma non solo) e ad un condizionamento del pensiero. Capolavoro della cinematografia mondiale, e cocktail di generi (Film di fantascienza, Film storico, Film drammatico, Film comico, Film grottesco, Film horror). Alex è un eccentrico, antisociale ed intelligente capo della banda dei Drughi, amanti del sesso, furti ed ultraviolenza - termine con cui Alex indica le estreme violenze gratuite perpetrate dalla sua banda. Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use
Views: 162101 mova77
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto 2/4 (1974)
 
03:30
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, film del 1974 scritto e diretto da Lina Wertmüller. Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, si ritrova su un'isola deserta assieme alla "padrona" (Mariangela Melato), che ha dovuto servire fino a poco prima su uno yacht di lusso. Dopo il naufragio, i ruoli si invertono, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.
Views: 212854 mova77
Il padrino - Matrimonio alla siciliana
 
09:31
Il padrino (The Godfather), film del 1972 diretto da Francis Ford Coppola. Prima pellicola della trilogia omonima firmata dal regista premiata con tre premi Oscar, pietra miliare della storia del cinema. Scena del fastoso matrimonio "alla siciliana" della figlia Constanzia (Connie). Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use
Views: 1357453 mova77
Giordano Bruno - Dobbiamo imparare a respirare
 
03:41
Magistrale interpretazione di Gian Maria Volonté nel film Giordano Bruno di Giuliano Montaldo del 1973. http://it.wikipedia.org/wiki/Giordano_Bruno_(film) TRANSCRIPT: gemme oro gioielli quando vado a San Marco e prego il Signore mi rivolgo al potere più grande di tutti al potere di dio perché io credo in dio I bambini si portano dentro una energia naturale che a poco a poco crescendo sono costretti a distruggere e allora incominciano a pregare la santissima trinità e i santi a maronna una grande madonna azzurra con gli ori e gli incensi dobbiamo imparare a respirare per riscoprire che gli alberi le pietre gli animali e tutta la macchina della Terra hanno un respiro interno un respiro interno come noi hanno ossa vene carne come noi
Views: 6248 mova77
Travolti da un insolito destino - Buttana da casino!
 
01:22
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, film del 1974 scritto e diretto da Lina Wertmüller. Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, si ritrova su un'isola deserta assieme alla "padrona" (Mariangela Melato), che ha dovuto servire fino a poco prima su uno yacht di lusso. Dopo il naufragio, i ruoli si invertono, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.
Views: 20790 mova77
Io sono l'amore
 
03:39
"Io sono l'amore", film del 2009 diretto da Luca Guadagnino. La società soffoca quella passione naturale che può nascere tra un uomo e una donna che con l'amore possono scoprire la loro vera natura di esseri animali della specie umana. Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use
Views: 269632 mova77
Eyes of the tiger RMX Amel Bent Vs Fatman Scoop
 
04:21
Rocky Balboa OST remix "Eye of the Tiger" is a song by American rock band Survivor. It was released in May 1982 as a single from their third album Eye of the Tiger. It was written at the request of actor Sylvester Stallone, who was unable to get permission for Queen's "Another One Bites the Dust". The song was to be the theme song for the movie Rocky III, in which Stallone was playing the main role. The movie version of the song is different from the album version because it features tiger growls. It gained tremendous MTV and radio airplay and topped charts worldwide in 1982. It is memorable for its guitar riff and anthemic chorus. It was certified platinum in August 1982 by the RIAA, signifying sales of 2 million vinyl copies, and the song has sold 3 million in digital downloads by March 2012. It was voted VH1's 63rd greatest hard rock song. Eye of the Tiger è un singolo del gruppo musicale rock statunitense Survivor, pubblicato il 29 maggio 1982 dall'etichetta discografica Scotti Brothers. Il brano ha riscosso un notevole successo, grazie anche all'inclusione del brano nella colonna sonora del film Rocky III, con Sylvester Stallone. È stato scritto e prodotto da Jim Peterik e Frankie Sullivan e inserito nell'omonimo album Eye of the Tiger. Il singolo ha ottenuto un enorme successo nelle classifiche di diversi paesi. Della canzone sono state realizzate numerose cover. La canzone tratta della vita di ogni tipo di lottatore di strada, invita a rialzarsi dopo la solitudine passata, a non cedere la gloria per la fama mondiale e che chi lo fa è in grado di guardare tutti dalla notte con gli occhi della tigre. *** COPYRIGHT NOTICE *** Warner Chappell Sony ATV Publishing Fair use - no copyright infringement intended *** LYRICS *** Songwriters: PETERIK, JAMES MICHAEL/SULLIVAN, FRANKIE M., III Risin' up back on the street Did my time, took my chances Went the distance now I'm back on my feet Just a man and his will to survive So many times, it happens too fast You trade your passion for glory Don't lose your grip on the dreams of the past You must fight just to keep them alive (Chorus) It's the Eye of the Tiger It's the thrill of the fight Rising up to the challenge of our rival And the last known survivor Stalks his prey in the night And he's watching us all With the Eye of the Tiger Face to face, out in the heat Hangin' tough, stayin' hungry They stack the odds till' we take to the street For we kill with the skill to survive (Repeat Chorus) Risin' up straight to the top Had the guts, got the glory Went the distance, now I'm not gonna stop Just a man and his will to survive It's the Eye of the Tiger It's the thrill of the fight Rising up to the challenge of our rival And the last known survivor Stalks his prey in the night And he's watching us all With the Eye of the Tiger The Eye of the Tiger The Eye of the Tiger The Eye of the Tiger The Eye of the Tiger
Views: 71454 mova77
Stefano Rodotà racconta Foucault, le nuove forme del potere: il corpo della donna, diritto e libertà
 
07:52
Il pensiero occidentale perviene con Foucault a una originale e illuminante visione filosofica della società, interessata alle relazioni fra soggetto, linguaggio e potere. Michel Foucault è stato il grande teorico della connessione tra potere e sapere: ogni potere è in grado di produrre del sapere, e, inversamente, ogni sapere è in linea di principio capace di assicurare del potere. Questa prospettiva era in origine tesa a svelare i meccanismi di dominio nascosti nelle discipline tradizionali della conoscenza e anche dell'espressione artistica, ma poi ha finito per rivelarsi particolarmente attuale per descrivere le nuove forme prese dal potere nell'età della comunicazione globale. Estratto dal capitolo Corpo, tra diritto e morale: 00:00 il corpo della donna 02:10 Donna, diritto, libertà 05:30 Le lotte femministe I diritti sono di Digital-E e la versione integrale è acquistabile su http://www.digitaleplay.net/dp/15-foucault-e-le-nuove-forme-del-potere-stefano-rodota/
Views: 4489 mova77
Viaggio a Kandahar - Scuola islamica
 
03:57
Viaggio a Kandahar (Safar e Ghandehar) è un film del 2001 diretto dal regista iraniano Mohsen Makhmalbaf e girato in parte in Afghanistan durante il regime talebano. Protagonista ne è l'attrice Nelofer Pazira. Il film racconta la storia (in parte vera in parte inventata) di una rifugiata afgana di successo in Canada (interpretata da Nelofer Pazira) che ritorna nel suo paese dopo aver ricevuto una lettera dalla sorella, rimasta in Afghanistan dopo la fuga della famiglia, in cui annunciava di volersi suicidare in occasione dell'ultima eclisse solare del millennio. Il film è stato girato principalmente in Iran e, segretamente, proprio in Afghanistan. Molti, tra i quali Nelofer Pazira, hanno recitato se stessi. È stato presentato in concorso al 54º Festival di Cannes nel 2001, dove ha vinto il Premio della giuria ecumenica, e dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 ha attirato l'attenzione di molti spettatori. Per questo film Makhmalbaf ha vinto anche il Federico Fellini Prize dell'Unesco nel 2001. http://it.wikipedia.org/wiki/Viaggio_a_Kandahar
Views: 14228 mova77
Travolti da un insolito destino - Che sei un serpente..una pantera..una porcona?!
 
02:18
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, film del 1974 scritto e diretto da Lina Wertmüller. Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, si ritrova su un'isola deserta assieme alla "padrona" (Mariangela Melato), che ha dovuto servire fino a poco prima su uno yacht di lusso. Dopo il naufragio, i ruoli si invertono, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.
Views: 19786 mova77
Odissea - Canto XXII - Ulisse e la strage dei Proci
 
13:28
Odissea, sottotitolato Le avventure di Ulisse, è uno sceneggiato televisivo a puntate coprodotto e trasmesso dalla RAI nel 1968, basato sull'omonimo poema di Omero. Gli attori protagonisti furono: Bekim Fehmiu nel ruolo di Ulisse e Irene Papas nel ruolo di Penelope. Fu diretto da Franco Rossi, insieme con Piero Schivazappa e a Mario Bava. L'episodio di Polifemo fu diretto interamente da Mario Bava; come aiuto regista, vi era il figlio stesso Lamberto Bava (non accreditato)[senza fonte]. L'Odissea di Omero fu tradotta dal greco a cura di Rosa Calzecchi Onesti. Le scene furono girate principalmente negli studi cinematografici di Dino De Laurentiis, a Roma, mentre le riprese in esterna si svolsero prevalentemente in Jugoslavia[1][2]. Ogni puntata era preceduta da un'introduzione in cui il poeta Giuseppe Ungaretti leggeva alcuni versi del poema. Lo sceneggiato è in assoluto la prima produzione della RAI realizzata a colori, in quanto prodotta in ottica di una distribuzione internazionale e dunque destinata anche a Paesi in cui le televisioni trasmettevano già a colori (la RAI adottò ufficialmente il colore solo nove anni dopo, nel 1977). Odissea è stato uno degli sceneggiati RAI di maggior successo, per il livello di spettacolarità superiore a quello delle precedenti produzioni televisive. Episodio dell` Odissea nella versione dello sceneggiato televisivo diretto da Franco Rossi nel 1968. La gara dell`arco, promossa da Penelope per decretare quale dei pretendenti avrebbe avuto diritto a sposarla, si conclude e Odisseo che, sotto mentite spoglie aveva preso parte alla contesa, vincendola, rivela la sua vera identità. Il re di Itaca inizia ad uccidere i Proci che fuggono, tentando invano di mettersi in salvo. Presto la corte sarà piena di corpi senza vita, e le donne infedeli che si erano alleate con i Proci dovranno compiere i tristi lavacri e purificare le stanze in cui Ulisse tornerà a regnare. Le vicende sono quelle narrate nel canto XXII del poema omerico. Paese Italia, Francia, Jugoslavia, Germania Anno 1968 Regia Franco Rossi, Piero Schivazappa, Mario Bava. Soggetto omonimo poema di Omero Sceneggiatura Gian Piero Bona, Vittorio Bonicelli, Fabio Carpi, Luciano Codignola, Mario Prosperi, Renzo Rosso. Formato miniserie TV Genere drammatico, epico Puntate 8 Durata 446 min (55 minuti circa per ogni puntata) 110 min (versione italiana cinematografica) Lingua originale italiano Rapporto 4:3 Copyright (c): RAI https://it.wikipedia.org/wiki/Odissea_(sceneggiato_televisivo) http://www.raiplay.it/programmi/odissea-laserie/ http://www.raiscuola.rai.it/embed/odissea-la-strage-dei-proci-canto-xxii/5175/default.aspx
Views: 4945 mova77
Giordano Bruno - Università e ricerca scientifica
 
02:41
Giordano Bruno, film del 1973 diretto da Giuliano Montaldo. Magistrale Gian Maria Volonté, valorizzato da una ricostruzione visiva di Venezia ricalcata sui chiaroscuri dei grandi pittori del Cinquecento nella fotografia di Vittorio Storaro e dalle musiche di Ennio Morricone. Sono raccontati gli ultimi anni della vita del filosofo nolano Giordano Bruno, dal 1592 fino all'uccisione nel 1600. Giordano Bruno a confronto con i suoi persecutori. Inizia a Venezia con una processione commemorativa della battaglia di Lepanto da cui Giordano Bruno prenderà spunto per condannare l'uso della violenza da parte della religione. Giovanni Mocenigo, che lo ospita per imparare da lui i segreti della memoria e della magia, è spaventato da questo personaggio spregiudicato e, anche per non incorrere in problemi con l'Inquisizione veneziana lo denuncia. Rivestito l'abito domenicano, Giordano Bruno affronta gli interrogatori e nonostante l'opposizione del Patriarca di Venezia è trasferito a Roma. Nonostante le prese di posizione di Clemente VIII e del cardinale Bellarmino con il quale ha un lungo colloquio, Giordano Bruno viene torturato e il 17 febbraio 1600 viene bruciato a Campo de' Fiori. Il film è il ritratto a tutto tondo di una vittima del potere, in una società che considerava ancora eretica e blasfema l'ipotesi di una distinzione fra fede e scienza.
Views: 1609 mova77
Rocky - The Italian Stallion (1976)
 
02:54
Rocky è un film del 1976 diretto da John G. Avildsen. Sylvester Stallone, allora attore poco conosciuto, ha scritto ed interpretato questo film, grazie al quale è divenuto uno dei volti più amati di Hollywood. Il film vinse tre premi Oscar, tra cui quello per il miglior film e miglior regia. Grazie a Rocky, Stallone diviene il terzo uomo nella storia del cinema, dopo Charlie Chaplin e Orson Welles, a ricevere la nomination all'Oscar sia come sceneggiatore che come attore per lo stesso film. Realizzato in appena 28 giorni con un budget di 1,1 milioni di dollari ne incassò al botteghino 225, diventando un successo di pubblico e di critica e dando vita a cinque seguiti: Rocky II, Rocky III, Rocky IV, Rocky V, Rocky Balboa e uno spin-off, Creed - Nato per combattere, nel 2015. Nel 1998 l'American Film Institute l'ha inserito al settantottesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi, mentre dieci anni dopo, nella lista aggiornata, è salito al cinquantasettesimo posto. Nel 2006 è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Nell'agosto del 2015, Rolling Stone lo mette al secondo posto della classifica dei migliori film sportivi della storia del cinema. Titolo originale Rocky Lingua originale inglese Paese di produzione USA Anno 1976 Durata 119 min Rapporto 1,33:1 Genere sportivo, drammatico, sentimentale Regia John G. Avildsen Soggetto Sylvester Stallone Sceneggiatura Sylvester Stallone Produttore Irwin Winkler, Robert Chartoff Produttore esecutivo Gene Kirkwood Casa di produzione United Artists, Chartoff-Winkler Productions Fotografia James Crabe Montaggio Scott Conrad, Richard Halsey Effetti speciali Garrett Brown Musiche Bill Conti Scenografia Bill Cassidy Costumi Robert Cambel Trucco Mike Westmore Interpreti e personaggi Sylvester Stallone: Rocky Balboa Talia Shire: Adriana Pennino Burt Young: Paulie Pennino Carl Weathers: Apollo Creed Burgess Meredith: Mickey Goldmill Thayer David: Jergens Joe Spinell: Tony Gasco Jimmy Gambina: Mike Jodi Letizia: Marie Lloyd Kaufman: ubriaco Doppiatori italiani Gigi Proietti: Rocky Balboa Lorenza Biella: Adriana Pennino Leo Gullotta: Paulie Pennino Elio Zamuto: Apollo Creed Alfredo Censi: Mickey Goldmill Mario Milita: Jergens Bruno Alessandro: Tony Gasco https://it.wikipedia.org/wiki/Rocky
Views: 1952 mova77
Glenn Gould plays Wolfgang Amadeus Mozart - Fantasia for piano in C minor, K  475
 
07:33
Fantasy No. 4 in C minor, K. 475 (Fantasie in German) is a piece of music for solo piano composed by Wolfgang Amadeus Mozart in Vienna on May 20, 1785. It was published in December 1785 together with the Sonata in C minor, K. 457, as Opus 11 by the publishing firm Artaria, Mozart's main Viennese publisher. Starting in the key of C minor, the piece is marked Adagio but then, after a section in D major, moves into an allegro section which goes from A minor to G minor, F major, and then F minor. It then moves into a fourth section in B-flat major marked Andantino and then moves to a più allegro section starting in G minor and modulating through many keys before the opening theme returns in the original tonic key of C minor--the remainder of the piece is, for the first time, grounded in this key, in which it comes to a very firm end. Due to its sometimes surprising key changes, most of the music is written with no sharps or flats in the key signature and uses accidentals--only the fourth section, in a very solid B-flat major, is given a key signature. The music, like Mozart's other fantasies, is thought of as quite technically demanding. Listening to Glenn Gould play Mozart is a lot like taking a straight shot of vodka. Try any single work from this five-disc set recorded between 1966 and 1974 for Columbia of the composer's complete sonatas -- the easy C major, the hard A minor, the witty A major, or the dramatic C minor -- and everything is sharper, clearer, more focused, and more interesting. And trying a second sonata is like taking a second shot: everything is edgier, harder, more intense, and a little strange. Then, after three sonatas, Gould begins to seem boring, boorish, almost brutal in his flagrant disdain for tradition. And after four, you'll likely be too stunned to get up until long after the discs is over. Gould's playing, of course, is always impeccable. After making his name with super virtuoso recordings of Bach, Gould was widely acknowledged as one of the most formidably technical pianists of his time. But whatever the merits of his Bach, in Mozart tempos Gould's are either much too brisk or far too slow -- Adagios are taken as Andantes or Largos and Allegros as Vivaces or Andantes -- and his articulation is far too crisp -- there's little legato, no pedal, and nearly every note is struck with some degree of staccato from feather-light to hammer-heavy -- for any of Mozart's characteristic elegance and lyric beauty to survive unmarred. From the time of their first release on single LP through their re-release here as part of Sony's Glenn Gould Edition in 1994, these performances have oddly proved almost entirely uncontroversial: a few critics claim to have found them fascinating, but most merely dismissed them as particularly perverse examples of Gould's self-willed eccentricity. No copyright infrigement intended. Whoever owns the rights. Good listening.
Views: 3009 mova77
Nirvana - "L'acqua scorrerà via ed io con lei"
 
00:50
"A volte penso che sarebbe bello sciogliermi nell'acqua, sparire lentamente in questo tepore. Un giorno arriverai, vedrai la vasca piena d'acqua, toglierai il tappo. L'acqua scorrerà via dal fondo ed io con lei." http://it.wikipedia.org/wiki/Nirvana_(film) http://it.wikipedia.org/wiki/Emmanuelle_Seigner
Views: 5027 mova77
Rambo - Self sewing
 
00:34
Rambo (First Blood), film del 1982 diretto dal regista Ted Kotcheff, tratto dal romanzo di David Morrell. Sylvester Stallone ha partecipato al film non solo come attore, ma anche come sceneggiatore. John James Rambo, reduce del Vietnam, ferito ad un braccio si cuce la ferita sanguinolenta "a crudo"! Copyright Disclaimer Under Section 107 of the Copyright Act 1976, allowance is made for fair use for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching, scholarship, and research. Fair use is a use permitted by copyright statute that might otherwise be infringing. Non-profit, educational or personal use tips the balance in favor of fair use
Views: 66257 mova77
Travolti da un insolito destino 4/4 (1974) - Sesso primitivo
 
06:43
Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, film del 1974 scritto e diretto da Lina Wertmüller. Gennarino Carunchio, rozzo marinaio siciliano, fervente comunista, si ritrova su un'isola deserta assieme alla "padrona" (Mariangela Melato), che ha dovuto servire fino a poco prima su uno yacht di lusso. Dopo il naufragio, i ruoli si invertono, e la Lanzetti diventerà giocoforza schiava del marinaio, che sfoga su di lei antiche frustrazioni sessuali e sociali, facendo nascere una forte passione tra i due.
Views: 29401 mova77
Pulp Fiction - Uma Thurman & John Travolta in "You Never Can Tell" - Chuck Berry (HD)
 
02:15
Pulp Fiction, film del 1994 diretto da Quentin Tarantino, con John Travolta, Uma Thurman, Samuel L. Jackson e Bruce Willis, Palma d'oro al festival di Cannes del 1994 e permise a Quentin Tarantino e Roger Avary di ottenere il premio per la miglior sceneggiatura originale agli Oscar. La coppia si trova al Jack Rabbit Slim's, un locale a tema anni cinquanta nel centro città. Dopo discorsi fra il banale e il filosofico, i due partecipano ad una gara di twist sulle note della splendida "You Never Can Tell" di Chuck Berry. La sequenza di ballo ha vinto il MTV Movie Award for Best Dance Sequence del 1995. La scena del ballo è una citazione del film "La vita è meravigliosa" di Frank Capra in cui è presente una sequenza in cui la protagonista torna a casa ed esegue gli stessi movimenti che esegue Mia (Uma Thurman) tornata a casa dopo il ballo con Vincent (John Travolta).
Views: 43113 mova77
Francesco Nuti - Giulia che ride
 
00:52
Le note di Cecco è un album discografico del 2010 prodotto da Francesco Nuti, Giovanni Nuti e Marco Baracchino. Raccoglie le tracce delle colonne sonore dei film di Francesco Nuti, alcune canzoni dello stesso regista riarrangiate e reinterpretate e tre inediti: I dementi, Quadro quotidiano e Marilyn, con quest'ultima registrata nel 2006, poco prima dell'infortunio occorso all'artista. Le note di Cecco Artista Francesco Nuti, Giovanni Nuti, Marco Baracchino Tipo album Studio Pubblicazione 18 novembre 2010 Dischi 1 Tracce 13 Genere Pop Etichetta Vinile - Edizioni Myrope Produttore Giovanni Nuti, Marco Baracchino, Francesco Nuti Writer(s): Giovanni Nuti Copyright: Bixio Music Group Ltd. O.B.O. Bixio Cesare Andrea Ed. Mus S.r.l. http://it.wikipedia.org/wiki/Le_note_di_Cecco
Views: 1903 mova77
Francesco Nuti - Giulia (instrumental)
 
01:50
Le note di Cecco è un album discografico del 2010 prodotto da Francesco Nuti, Giovanni Nuti e Marco Baracchino. Raccoglie le tracce delle colonne sonore dei film di Francesco Nuti, alcune canzoni dello stesso regista riarrangiate e reinterpretate e tre inediti: I dementi, Quadro quotidiano e Marilyn, con quest'ultima registrata nel 2006, poco prima dell'infortunio occorso all'artista. Le note di Cecco Artista Francesco Nuti, Giovanni Nuti, Marco Baracchino Tipo album Studio Pubblicazione 18 novembre 2010 Dischi 1 Tracce 13 Genere Pop Etichetta Vinile - Edizioni Myrope Produttore Giovanni Nuti, Marco Baracchino, Francesco Nuti Writer(s): Giovanni Nuti Copyright: Bixio Music Group Ltd. O.B.O. Bixio Cesare Andrea Ed. Mus S.r.l. http://it.wikipedia.org/wiki/Le_note_di_Cecco
Views: 1081 mova77
Trekking Cassano - Escursione alla pineta di monte Cucco e al bosco di Contenisio 6 gennaio 2013
 
07:30
Escursione alla pineta di monte Cucco e al bosco di Contenisio 6 gennaio 2013 Percorso SARA49 Guida Nicola Distanza: 9.36 km Ora: 3:45:17 Passo medio: 24:05 min/km Aumento di quota: 149 m Calorie: 451 C Tempo Ora: 3:45:17 Tempo in movim.: 2:13:44 Tempo trascorso: 3:45:22 Passo medio: 24:05 min/km Avg Moving Pace: 14:18 min/km Passo migliore: 3:31 min/km Aumento di quota: 149 m Perdita di quota: 149 m Quota min: 403 m Quota max: 461 m Tappe intermedie Ora Distanza Passo medio 1 21:54.7 1.00 21:54 2 21:44.2 1.00 21:44 3 21:15.8 1.00 21:16 4 35:46.9 1.00 35:46 5 19:48.9 1.00 19:49 6 33:07.3 1.00 33:08 7 18:10.8 1.00 18:11 8 17:51.4 1.00 17:52 9 25:27.5 1.00 25:27 10 10:09.8 0.36 28:32 Riepilogo 3:45:17.2 9.36 24:05 Dati Dispositivo Garmin Forerunner 310XT, 4.50.0.0 Gentilmente offerti da Gionata Evento FB https://www.facebook.com/events/458695067501518/ Fotografia e montaggio Marco Salvatore Vanadìa Foto https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10200220278090859.2197251.1269559628&type=3 Video HD 1280x720 https://www.facebook.com/photo.php?v=10200232035584789 Full HD 1920x1280 http://www.youtube.com/watch?v=PlbvD0KAWEQ%3Fhd%3D1 Musiche Rene Aubry - Plaisirs d'Amour - La grande cascade Rene Aubry - Plaisirs d'Amour - Zig zag Si consiglia la visione a pieno schermo e in HD. rilasciato sotto licenza Creative Commons by-nc-sa 3.0 it http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/it/
Views: 511 mova77
Litfiba - Ora d'Aria
 
01:53
Seconda parte della traccia numero 10 da "Spirito" settimo album in studio della rockband italiana Litfiba, pubblicato a novembre del 1994 dalla EMI italiana. Il disco è il terzo capitolo della cosiddetta tetralogia degli elementi, iniziata nel 1990 con l'uscita di El diablo, proseguita con Terremoto e che comprenderà anche il successivo Mondi sommersi. Ora d'aria è anche un singolo esclusivamente promozionale della rockband italiana Litfiba, pubblicato nel 1996 per promuovere il CD/VHS Lacio drom (buon viaggio). Testi e musiche di Piero Pelù e Ghigo Renzulli. Piero Pelù - voce Ghigo Renzulli - chitarra, voce addizionale Antonio Aiazzi - tastiere Daniele Bagni - basso, voce addizionale Franco Caforio - batteria LYRIC Voglio un'ora d'aria un'ora d'aria al giorno evadere dal fondo. Aria sporca ... Aria riciclata ... Compra l'aria ... Già confezionata ... Tu compra l'aria ... Per tutta la tua giornata ... Ecco l'aria ... Te la sei meritata. Ecco l'aria ... Ecco l'aria ... Ecco l'aria ... Ecco l'aria un'ora d'aria un'ora d'aria Un'ora d'aria un'ora d'aria Un'ora d'aria un'ora d'aria Un'ora d'aria un'ora d'aria Un'ora d'aria un'ora d'aria ah. Cerco il mio respiro dove soffia il vento Sarò una cosa sola con il mondo intorno Voglio un'ora d'aria un'ora d'aria al giorno Scappare via dal fondo durante l'ora d'aria Tutti i diritti riservati dei legittimi proprietari. Per il resto ROCK!!
Views: 449 mova77
POLITICA Il 25 APRILE NELLA STORIA DELLA REPUBBLICA ITALIANA: 1960-1971
 
14:54
Attraverso filmati d'epoca, stralci di telegiornali e interventi radiofonici, il documentario mostra come sia cambiato, nell'arco di circa un decennio, il modo di ricordare e celebrare la Resistenza in occasione dell'anniversario del 25 aprile. Ripercorrendo l'arco di tempo che va dal 1961 fino all'annuncio, il 12 dicembre del 1969, della strage di piazza Fontana, l'audiovisivo passa in rassegna le celebrazioni dell'anniversario. Si passa da manifestazioni e scontri con la polizia, di cui vediamo le immagini che documentano gli scontri di Firenze, a celebrazioni ufficiali, durante le quali sfilano le maggiori personalità del tempo: da Saragat a Moro, da Franca Falcucci a Rumor. fonte: RAI Storia http://www.raistoria.rai.it/articoli/il-25-aprile-nella-storia-della-repubblica-italiana-1960-1971/5458/default.aspx
Views: 1464 mova77
James Senese and Napoli Centrale jazz band "Campagna" (1975)
 
07:51
hymn to country life nature still life photos taken at my little country land in southern italy featuring James Senese and Napoli Centrale jazz band - "Campagna" (1975)
Views: 1122 mova77
Symphony of Science - 'The Unbroken Thread' (ft. Attenborough, Goodall, Sagan)
 
04:00
"The Unbroken Thread" features David Attenborough, Jane Goodall, and Carl Sagan. The clips used in this installment come from Carl Sagan's Cosmos, David Attenborough's Charles Darwin and the Tree of Life, The Life of Mammals, The Living Planet, BBC Life, XVIVO Scientific Animations, IMAX Cosmic Voyage, Jane Goodall's TED Talk, and a clever Guiness Commercial. The themes present in The Unbroken Thread attempt to explore the wild diversity of life on our planet, the intricacy and origin of its mechanisms, and its close relation to all other life forms. All attribution for the music and installment goes to Symphony of Science and John Boswell - http://symphonyofscience.com Check out the webpage for more science music videos!
Views: 307 mova77
Bari a difesa della Costituzione - 12 marzo 2011
 
02:12
Bari, 12 Marzo 2011 Si è svolta in un clima festoso la manifestazione a difesa della Costituzione. Centinaia di piazza impegnate, in Italia come all'estero, gridavano lo sdegno di migliaia di cittadini verso l'epocale attacco alle istituzioni della Repubblica Italiana. Anche a Bari i cittadini si sono dati appuntamento in piazza Prefettura, nella storica sede delle manifestazioni del popolo viola Bari. Un migliaio di cittadini, autorità locali, la partecipazione a sorpresa di Nichi Vendola che, con una sciarpa viola al collo, rivendica la sua adesione come cittadino e, dopo aver pronunciato il suo discorso sulla giornata, lascia un accorato messaggio sul libro dei pensieri. Anche il sindaco Emiliano è presente mediante un video messaggio che viene trasmesso nella piazza. Popolo viola, libertà e giustizia, i comitati referendari dell'acqua bene comune hanno espresso, secondo il proprio punto di vista, il grave pericolo che incombe in questi tempi sulla nostra democrazia. Michele Emiliano "A difesa della Costituzione" http://www.youtube.com/watch?v=rXbztC0fktw Coinvolgente anche la lettura della Costituzione, affidata per i primi articoli ai piccoli Francesco e Michela, bimbi delle scuole elementari che hanno offerto le loro candide voci per rilanciare i principi fondamentali. http://bariadifesadellacostituzione2011.wordpress.com http://on.fb.me/BARIADIFESACOSTITUZIONE http://www.pvpuglia.net
Views: 111 mova77